Egidio Gazzolo

Complesso Residenziale Retorbido (PV)

DESTINAZIONE D'USO: Abitazione

SUPERFICIE: 1.500 - 16 unità mq

ANNO PROGETTO: 2004 - 2006

PROGETTO: arch. E Gazzolo arch. M. Battistrada arch. S. Valabrega

DIREZIONE COMMESSA: arch. Ann Schepens

Collaboratori:

arch. A. Pozzi
arch. D. Fama’

Consulenza acustica: ing. Criniti

Consulenza geologica: geol. M. Dossi

Direzioni lavori architettonica e strutturale: arch. E Gazzolo

Impresa: Simon S.p.a.

Committente: Mirabello S.r.l

L’intervento consta in un complesso di palazzine residenziali a Retorbido, comune in provincia di Pavia.

La morfologia del territorio e la volontà di rivisitare l’architettura rurale tipica delle zone circostanti sono stati i primi elementi che hanno guidato la progettazione, questi, uniti alla necessità di creare un nuovo asse viario che rendesse accessibili le diverse unità abitative, hanno fatto si che il progetto si sviluppasse, prevedendo gli edifici in prossimità dei confini del lotto e lasciando, all’interno, una corte, priva di costruzioni, dove trovano posto i giardini privati delle singole unità e il parcheggio pubblico; intorno a questi spazi si sviluppa il percorso carrabile, ad anello, che consente l’accesso diretto alle diverse abitazioni.

Gli elementi di schiera, che formano il complesso, si sviluppano su due piani, riprendono alcuni degli aspetti caratteristici delle cascine tipiche della zona, come per esempio lo spazio porticato che funge da filtro tra l’alloggio e gli spazi aperti e sono intervallati da volumi, di ridotte dimensioni, che costituiscono le autorimesse delle singole unità. A livello prospettico, la morfologia del territorio a reso necessario una maggiore articolazione degli edifici, al fine di limitare, per quanto possibile, la presenza di muri di contenimento e la loro altezza, ponendo gli edifici a quote diverse.